Arancini di riso al prosciutto e mozzarella

E’ avanzato del riso bollito … prepariamo gli arancini di riso al prosciutto e mozzarella.

ricetta arancini di riso

 

Avete mai avanzato del riso bollito e non sapete come consumarlo? Certamente non si butta via, c’è sempre pronta una ricetta per poter riciclare il cibo avanzato. Il riso bollito lo mischiamo al prosciutto crudo e alla mozzarella per fare degli stuzzicanti arancini di riso.

Ingredienti per 4 persone

  • 200 gr riso bollito
  • 150 gr mozzarella
  • 100 gr prosciutto crudo affettato
  • 2 uova
  • pangrattato
  • farina bianca
  • olio per friggere

ricetta arancini di riso avanzi

Procedimento

Partite dal presupposto di avere nel frigorifero del riso bollito che avete avanzato ma potete benissimo decidere di cucinarlo apposta per preparare gli arancini. In tal caso, fatelo con tempo e lasciatelo raffreddare sgranando ogni tanto i chicchi con una forchetta per evitare che diventi un unico impasto.

Raccogliete il riso freddo in una terrina, aggiungete il prosciutto crudo tagliato grossolanamente a strisce e la mozzarella a cubetti piccoli lasciata sgocciolare precedentemente in modo che perda tutto il suo siero e non renda umido l’arancino.

Mescolate bene gli ingredienti aiutandovi con le mani e poi fate delle palline grandi poco più di una pallina da ping pong. 

ricetta arancini di riso preparazione

Sbattete l’uovo in un piatto e mettete separamente la farina e il pangrattato su altri piatti. 

Passate gli arancini di riso prima nella farina, poi nell’uovo e in ultimo nel pangrattato facendoli rotolare bene e pressando con le mani in modo che si attacchi bene la panatura.

Ripetete questa operazione per due volte in modo da ottenere una panatura più spessa e più croccante.

Mettete sul fuoco una pentola non troppo larga e dai bordi leggermente alti, aggiungete l’olio sino a 2/3 dell’altezza della pentola. 

Fate scaldare bene l’olio e quando è suficientemente caldo inserite gli arancini. 

Fateli cuocere bene a fiamma medio alta, facendoli rotolare nella pentola per uniformare la cottura. Saranno pronti non appena la panatura è dorata.

Togliete gli arancini con una tazza forata e metteteli su carta assorbente da cucina per perdere l’unto in eccesso.

Vi ricordo che per ottenere un buon fritto la pentola deve contenere parecchio olio in modo che il cibo non appoggi sul fondo ma possa galleggiare. L’utilizzo di una pentola stretta e alta permette questa operazione e fa in modo che non si utilizzi un’elevata quantità di olio.

Per una cottura ottimale, tenete anche in considerazione che non devono essere inseriti troppi arancini nella stessa cottura. 

Un abbraccio

Lorena

 

Related Post

Rispondi