Ciambelle al vino rosso: tradizione in cucina

ciambelle al vino

 

Ciambelle al vino rosso, profumati biscottini di origini laziali: le ricette della tradizione.

E’ sempre molto affascinante riprodurre delle ricette che trovano le radici in una regione specifica, che fanno parte della tradizione di un luogo in particolare, come le ciambelle al vino rosso. Passa da Roma, mangia e finisci il pasto con le ciambelle al vino rosso: è un vero peccato rinunciare! Mi ha attratto questa ricetta molto semplice, con ingredienti poveri per un biscottino croccante casereccio da gustare in ogni momento della giornata. Una ciambella profumata che l’aroma del vino misto all’anice o sambuca aleggia per casa per un giorno intero inebriando piacevolmente. Oltretutto si unisce l’utile al dilettevole visto che l’impasto contiene olio e lavorandolo con le mani si coglie l’occasione per fare un buon massaggio emoliente alle mani.

Ingredienti per 20 ciambelle circa

  • 350 gr farina
  • 100 gr zucchero semolato
  • 100 ml olio di semi
  • 100 ml vino rosso (io ho usato il Gutturnio del Podere Casale)
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 2 cucchiai di sambuca o anice
  • zucchero per la copertura qb

 

Procedimento

Il procedimento per preparare la ricetta delle ciambelle al vino rosso è semplicissima, quasi non richiede alcuna spiegazione.

In una ciotola raccogliete tutti gli ingredienti e impastateli dapprima con la forchetta e poi con le mani e lavorate il composto fino ad ottenere un panetto ben omogeneo.

Staccate dei pezzetti di impasto e arrotolate il composto facendo delle striscioline sottili lunghe circa 15 cm, arrotolatele e chiudetele a ciambella. Al centro ci deve essere un foro largo come un dito che poi si stringerà man mano che lievitano.

Passate le ciambelle nello zucchero semolato e appoggiatele tutte in fila, leggermente distanziate tra loro, su una placca ricoperta con la carta forno. La parte con lo zucchero deve essere rivolta verso l’alto.

Quando il forno è caldo, mettete dentro le ciambelle al vino e cucinatele per 10/12 minuti a 180°.

Una volta fredde la loro consistenza sarà molto croccante e sprigioneranno un profumo avvolgente. Sono ottime da servire a fine pasto con un vino da dessert oppure a merenda con il the.

Buon appetito.

Lorena

Leggi anche la ricetta dei Tournedos al Gutturnio.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.