Costolette di agnello ripiene

IMG_1584

Allora … siete pronti con il cestino da pic nic? Chissà quante cose buone contiene … torte salate, club sandwich… tante prelibatezze da gustare distesi sul prato all’ombra di una grande  pianta. Ahimè noi oggi purtroppo a casa, per cui ho approfittato per cucinare le costolette di agnello ripiene che ieri non sono state fatte perché tutti erano già sazi dopo l’antipasto e il risotto. Le costolette di agnello sono secondo piatto goloso e prelibato, sono tipiche di questo periodo e anche se sembrano piccole e scarne vi posso assicurare che fatte come la mia ricetta  vi saziano pienamente. 

Ingredienti per 4 persone

  • 8 costolette d’agnello
  • 8 spicchi di carciofi surgelati
  • 1 uovo
  • 40 gr parmigiano grattugiato
  • trito di erbe miste
  • 50 gr farina bianca
  • 50 gr pangrattato
  • olio, sale e pepe

Procedimento

Fate lessare in acqua salata gli spicchi di carciofo (15 minuti dopo l’ ebollizione), poi scolateli e tamponateli con la carta assorbente.

Fate un’incisione nelle costolette di agnello, creando una tasca ed inserite uno spicchio di carciofo in ciascuna.

In una larga padella fate scaldare l’olio e intanto impannate le costolette. Prendete tre piatti: in uno mettete la farina bianca, in un altro le uova sbattute con un pizzico di sale e pepe, nell’ultimo mettete il pangrattato con il parmigiano e il trito di erbe miste.

Passate le costolette prima nella farina, nell’uovo e poi nell’impanatura. Se volete una crosticina più spessa, ripetete l’operazione due volte.

Friggete ora le costolette nell’olio bollente 4/5 minuti per parte. Una volta cotte, sgocciolatele su un foglio di carta assorbente e servitele con una fresca insalatina.

Se volete stare comodamente a tavola a gustarle con i vostri commensali, vi consiglio di friggerle un paio di minuti in meno, adagiarle su una placca da forno coperta con la carta e passarle un paio di minuti sotto al grill da entrambi i lati.

In questo modo potete friggerle con largo anticipo e passarle in forno poco prima di servirle.

Buon appetito

Lorena

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.