Ossa dei morti

IMG_5080

Molto curioso e tetro il nome che è stato dato a questi biscotti che si prepararno nel periodo che precede il 2 Novembre: ossa dei morti.

Eccoci di nuovo con una ricetta, oggi una ricetta della tradizione. In Europa ma soprattutto in Italia, in questo periodo che precede il 2 Novembre data di commemorazione di tutti i nostri morti, si usa preparare dei biscottini buoni e aromatizzati che vengono chiamati ossa dei morti oppure fave dei morti. Un nome cuorioso e macabro se vogliamo … e pare che sia stato dato perchè la consistenza assomigli a quella delle ossa. La leggenda narra che appunto nella ricorrenza del 2 Novembre, per far rivivere nei bambini il ricordo dei loro cari defunti, veniva vissuta come una giornata di festa regalando loro questi biscotti. Gli ingredienti variano a seconda delle zone o regioni d’Italia… vi lascio la mia ricetta.

Ingredienti 

  • 120 gr farina
  • 250 gr biscotti ecchi e amaretti
  • 2 albumi
  • 160 gr zucchero
  • 80 gr pinoli
  • 100 gr frutta candita
  • 50 gr cacao amaro
  • 1/2 bustina di lievito per dolci
  • cannella, chiodi di farofano, noce moscata
  • zucchero a velo (a piacere)

Procedimento

La particolarità delle ossa dei morti è il loro aroma dato dalla presenza delle spezie. Preparate quindi un misto di cannella, noce moscata e chiodi di garofano tutti accuratamente ridotti in polvere.

Tritate finemente i biscotti e gli amaretti e metteteli in una ciotola, unite la farina, lo zucchero, il cacao, il lievito, le spezie e mescolate le polveri. Unite gli albumi e amalgamate bene il composto. In ultimo unite i canditi e i pinoli sminuzzati grossolanamente.

L’impasto deve essere morbido ma non appiccicoso. Dategli la forma di un ovale o rotondo (io ho usato un coppapasta ovale ma potette farlo benissimo con le mani) e appiattiteli un po’.

Appoggiateli su una placca foderata da carta forno e cucinate a 170° per 20/25 minuti.

Quando sono freddi, se volete potete spolverarli con lo zucchero a velo. 

Chiusi in una scatola sigillata, si conservano per un po’ di giorni.

Commemorando i cari defunti che sicuramente ciascuno di noi ha da ricordare, mangiamo questi profumati biscottini ossa dei morti.

Un abbraccio

Lorena

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.