Pane arabo con sale e con lievito

pane arabo

 

Spesso mi cimento a fare il pane in casa e questa volta ho provato a fare il pane arabo: è fantastico l’aroma che si sprigiona in casa in fase di cottura.

Bisognerebbe tornare indietro nei tempi, quando il pane veniva fatto in casa. La cura della preparazione, il profumo del pane in cottura, la soddisfazione nel mangiare il proprio creato. Oggi vi lascio la ricetta del pane arabo. E’ veramente elementare da fare, non necessita quasi di una vera spiegazione, basta organizzarsi con i tempi perchè prevede delle ore per la lievitazione. Questo tipo di pane trova le sue origini nei paesi del Medio Oriente. E’ un tipo di pane rotondo, piuttosto schiacciato anche se contiene lievito e forma una specie di tasca che è fantastica da farcire con straccetti di pollo, verdure, salse …

Ingredienti per 8/10 panini

  • 500 gr farina 00
  • 1 cucchiaio di sale
  • ½ cubetto di lievito di birra
  • 300 ml acqua

Procedimento

Per la preparazione del pane arabo non ci vuole molto tempo ma è necessario organizzarsi per tempo perché prevede più di 2 ore di lievitazione.

Mettete la farina e il sale in una ciotola e mescolateli; fate sciogliere il lievito di birra in poca acqua e poi unitelo alla farina. Aggiungete poca alla volta altra acqua di quella prevista, tenuta a temperatura ambiente. L’acqua va aggiunta poco alla volta perché le temperature ambientali e il tipo di farina utilizzata possono influire sulla quantità di acqua da utilizzare.

Mettete il composto su una spianatoia e lavoratelo bene per amalgamare gli ingredienti fino ad ottenere la giusta consistenza, un impasto elastico e non appiccicoso.

Date la forma di una palla all’impasto, adagiatelo nella ciotola e copritelo con un canovaccio. Mettetelo a riposare in un luogo caldo della casa finché non aumenta il suo volume, circa un paio d’ore.

Trascorso  il tempo necessario, dividete l’impasto in 8/10 palline uguali. La quantità dipende da quanto volete fare grandi i panini.

Lavorate un po’ in mano le palline e poi appiattitele con il palmo della mano. Lasciatele riposare sulla spianatoia ancora 40/45 minuti sempre coperte con un canovaccio in modo che non prendano aria e si formi la crosta.

Accendete il forno a 220/240°, trasferite i panini un po’ distanziati tra loro, su una placca da forno che avrete passato prima con un foglio di carta assorbente da cucina imbevuto in poco olio. Cuocete per 10/12 minuti finchè la superficie risulta dorata.

Buon appetito.

Lorena

Leggi anche la ricetta del pane ai cereali.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.