Pizza: impasto fatto in casa

pizza

 

Impasto per la pizza fatto in casa: il gusto ci guadagna… e il portafogli anche!

Sono una fanatica della pizza, ebbene sì lo ammetto, la mangerei 7 giorni su 7 ma per ovvi motivi mi limito a mangiarla una volta alla settimana ma che quella volta sia ferfetta per cui l’impasto per la pizza LO FACCIO IO, homemade. Vi assicuro che non è assolutamente complicato ma io, se ho tempo, lo coccolo molto. Ovviamente deve avere una buona lievitazione per essere perfetto e per fare questo servono dei tempi, ore di attesa … ma non spaventatevi, lui resta in attesa mentre io faccio tutt’altro.  Qui di seguito vi lascio la mia ricetta base, quella con il lievito di birra, quella che ha sempre fatto mia mamma, ma vi devo svelare che da quando ho scoperto il lievito madre, io non uso quasi più né il lievito di birra né la farina bianca ma bensì farine meno raffinate e più salutari (leggi qui).

Ingredienti per 1 teglia da forno

  • 600 gr farina (a piacimento: di farro, tipo 2, integrale oppure miste)
  • 300 ml acqua
  • 25 gr lievito di birra
  • 1 cucchiaino sale fine
  • 1 cucchiaino miele
  • 1 cucchiaio olio evo

Ingredienti per la pizza

  • 1 confezione di pelati o pomodori a pezzettoni
  • 200 gr mozzarella
  • origano
  • sale
  • olio
  • farcitura a piacere

Procedimento

Per preparare l’ impasto della pizza perfetto ecco in breve i semplici passaggi:

  • impastare gli imgredienti della base
  • almeno un’ora di lievitazione nella ciotola
  • almeno mezz’ora di lievitazione nella teglia
  • 12 minuti di cottura della base con il pomodoro
  • finire la cottura (4/5 minuti) con la farcitura

Ma è necessario tenere in considerazione alcune regole:

  • non accorciare ulteriormente le ore di lievitazione, al massimo aumentarle 
  • fare attenzione all’aggiunta dell’acqua 
  • non mettere mai a contatto il sale con il lievito
  • coprire la superficie dell’impsto in fase di lievitazione in modo che non si secchi
  • se farcite in anticipo, oleate l’impasto prima di coprire con i pelati

Preparate l’impasto per la pizza con largo anticipo in modo che l’impasto abbia il tempo per lievitare bene. Io impasto in mattinata se voglio fare la pizza a cena, ma non per questo vi dovete spaventare perchè non avete tutto questo tempo, bastano anche poco meno di due ore. La lievitazione influisce molto dalla temperatura per cui se fa caldo basta lasciare l’impasto in qualsiasi luofo della cucina che si vedrà aumentare di volume molto velocemente. Al contrario, se è inverno, bisogna cercare il punto più caldo della casa per aiutare la lievitazione oppure metterlo nel forno spento ma con la luce accesa.

In una ciotola mettete l’olio, il miele, il sale e poca acqua di quella prevista nella ricetta. Sbattete bene con una forchetta, poi aggiungete la farina e amalgamate. Fate sciogliere il lievito di birra in un altro pò di acqua prevista, magari leggermente tiepida in modo che si sciolga bene. Non mettete MAI a contatto il lievito con il sale perchè quest’ultimo ne toglierebbe il potere lievitante. Per cui ricordatevi questo piccolo particolare sia che facciate un impasto per la pizza o per la torta, sia che utilizziate lievito di birra, lievito madre o lievito per dolci. Unite il lievito sciolto alla farina e poi gradatamente iniziate ad aggiungere acqua. Amalgamate con le mani e poi lavorate l’impasto su una spianatoia fino ad ottenere un panetto morbido, elastico ed omogeneo. L’acqua va aggiunta poco alla volta perchè il tipo di farina che utilizzate e il clima possono fare in modo che l’acqua che vi ho indicato sia sufficiente, poca o troppa. Vi dovete autoregolare: l’impasto non deve essere appiccicoso nè troppo duro ma bensì morbido e asciutto.

pizza

Ungete la ciotola con poco olio, riponete sul fondo la vostra palla di impasto e coprite con la pellicola trasparente praticando un paio di fori con uno stuzzicadenti in modo che l’impasto respiri ma non si secchi in superficie. Lasciatelo lievitare almeno un’ora o più, deve essere aumentato di volume.

Non saltate assolutamente il passaggio di farlo lievitare anche nella teglia: ungete una teglia da forno, quella nera che danno in dotazione tanto per intenderci, mettete al centro l’impasto e schiacciatelo con i polpastrelli delle dita cercando di allargarlo senza pretendere di farlo arrivare ai bordi della teglia. Mettetelo nel forno spento, copritelo con un canovaccio e fatelo riposare ancora. Più tempo gli date e più svilupperà il suo volume. Ciò vuol dire che se lo avete fatto riposare solo un’ora nella ciotola, lo dovete lasciare un’altra ora nella teglia e poi potete preparare la pizza. Invece se siete in largo anticipo, lasciatelo lievitare molto più tempo nella teglia.

Quando lo andrete stendere per farcirlo, vedrete che il vostro impasto che non arrivava ai bordi della teglia si sarà alzato e sarà più soffice per cui, sempre con i polpastrelli, fate delle fossette su tutta la superficie, spingendolo bene negli angoli della teglia fino a coprirla tutta.

Questo impasto cosparso di sale, aghi di rosmarino e una bella spennellata d’olio darebbe vita ad una fantastica focaccia.

pizza

Se invece optate per la mitica pizza, ricoprite tutta la base con i pelati o pomodori a pezzettoni (io uso i pelati fatti in casa, leggi qui), salate leggermente e cospargete di origano. Se avete la fortuna di avere le erbe aromatiche in casa o sul terrazzo ed utilizzare l’origano fresco, sarà senza dubbio più buono.

Se siete in anticipo ma vi volete portare avanti nella fase finale, quando l’impasto è già lievitato anche nella teglia, potete farcire in anticipo la base con i pelati ma dovete prima oleare bene la superficie dell’impasto per evitare che l’acqua di vegetazione dei pelati vi inumidisca la pasta.

Accendete il forno a 200° e quando è caldo inserite la teglia e cuocere la base per 12 minuti. Nel frattempo tagliate a cubetti la mozzarella e lasciatela in un colino in modo che perda tutta la sua acqua. Preparate altri eventuali ingredienti con cui volete farcire la vostra pizza (salumi a fette o dadini, zola, scamorza, sott’olio, verdure grigliate…). Dopo 12 minuti di cottura della base, toglietela dal forno, farcitela velocemente con mozzarella e quello che vi piace e rimettete in forno per 4/5 minuti alzando la temperatura a 220°.

A quesro punto la vostra pizza è pronta da servire.

Un abbraccio

Lorena

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.