Socializzare mangiando

 1

Ipotizziamo ad esempio una sera … una bella tavola apparecchiata, del buon cibo italiano, le ricette della tradizione, un gruppo di persone che chiacchierano e socializzano: ecco questo è GNAMMO !

E’ ben noto che a noi Italiani ciò che inviadiano è la buona cucina, il saper cucinare e mangiare bene e più passano gli anni, la passione del buon cibo coinvolge sempre più persone. Ne sono testimoni le molteplici trasmissioni culinarie, tutte le riviste di cucina che si trovano in edicola, i food  blog aumentano sempre più …  Io faccio parte di queste persone, è da quando sono piccola che ho un’innata passione per la cucina, mi piace sperimentare, cucinare, fotografare i miei piatti, riscontrare i giudizi di chi mangia i miei piatti e per questo ho aperto questo blog. Oggi però le persone cercano qualcosa di diverso, un ritorno alla tradizione ma con un tocco d’innovazione. Tutto questo l’ho trovato navigando sul web quando mi sono imbattuta in un portale,  GNAMMO e vi invito a visitarlo se non lo conoscete già, è la prima piattaforma italiana dedicata al #SocialEating, socializzare mangiando. E’ fantastico da qualsiasi punto di vista lo si guarda: che tu sia un cuoco o aspirante cuoco oppure che tu stia cercando un posto dove mangiare, sei comunque uno gnammer.

E’ il concetto dell’ Home Restaurant, un “ristorante” in un’abitazione privata dove chi ama cucinare apre le porte della sua casa  a persone che pagano per mangiare, come se andassero in un ristorante, ma in questo ristorante regna il calore di un ambiente familiare, per una cerchia di persone più ristretta. Lo gnammer che cucina ovviamente ha la massima libertà di organizzazione: determina il menù che intende preparare con il relativo prezzo, le date disponibili, il numero di commensali che può ospitare. Per chi cucina potrebbe essere anche l’occasione per far conoscere ad altre persone i piatti della tradizione. Naturalmente ci sono regole e norme da rispettare nel rispetto di chi mangia ma nel portale è tutto specificato ben chiaramente. Lo gnammer che prenota per mangiare d’altro canto ha a disposizione una vasta scelta. Infatti chi entra a visitare GNAMMO con l’intenzione di prenotare un pranzo o una cena, ha la possibilità di scegliere la località, la data in cui prenotare e quindi i menù offerti e i relativi prezzi. 

Il vantaggio di tutto questo è che si aprono nuove conoscenze, le persone socializzano tra loro e non c’è conversazione migliore di quella fatta attorno ad una tavola imbandita, mangiando buon cibo accompagnato da un buon bicchiere di vino. 

Da gnammer che ama cucinare, proporrei ai miei ospiti:

Per cui che tu sia uno gnammer che ama mangiare o cucinare, è una fantastica avventura.

Un abbraccio

Lorena




Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.