Trofie con la rana pescatrice

Cena tra innamorati, cibo afrodisiaco: trofie con la rana pescatrice.

ricetta trofie con la rana pescatrice

Si dice che il pesce risveglia l’eros, che sia uno tra i tanti cibi afrodisiaci e ci sono leggende che legano Afrodite, Dea della bellezza e dell’amore, a questo alimento proprio perchè ha un rapporto molto stretto con il mare. San Valentino è alle porte e perchè non preparare una cena al proprio partner con le trofie con la rana pescatrice. A dire il vero io non credo molto in queste affinità e le preparo indipendentemente dall’occasione. Sono davvero gustosissime e facili da preparare, provatele!

Ingredienti per 4 persone

  • 320 gr trofie fresche
  • 250 gr rana pescatrice (o coda di rospo)
  • 2 carciofi 
  • 6 pomodori secchi
  • qualche pistillo di zafferano
  • olio, pepe e sale
  • prezzemolo

Procedimento

Pulite i carciofi eliminando le foglie esterne. Fate attenzione a mettere dei guanti e a trattarli con il limone per non farli annerire (leggete qui). Affettateli sottilmente e metteteli in una padella antiaderente con poco olio. Regolate di sale e pepe e fateli stufare per una decina di minuti.

Nel frattempo mettete sul fuoco una pentola con acqua e sale; quando bolle, verste le trofie e fatele lessare per il tempo indicato sulla confezione. Se utilizzate quelle fresche come me, ci vogliono pochi minuti.

Tagliate a pezzetti i pomodori secchi e uniteli ai carciofi. 

In una tazzina mettete qualche cucchiaio dell’acqua di cottura della pasta e lasciate in infusione i pistilli di zafferano in modo che rilascino tutto il loro profumo ed il colore giallo.

Togliete la spina centrale alla rana pescatrice, tagliatela a bocconcini non troppo piccoli e fatela rosolare in una padella antiaderente, servono solo un paio di minuti per lato a fiamma abbastanza alta.

Appena le trofie sono cotte, versatele nella padella con i carciofi e pomodorini, unite la rana pescatrice, l’acqua con lo zafferano filtrata eliminando i pistilli e amalgamate tutto delicatamente per legare gli ingredienti. Se necessario aggiungete poca acqua di cottura della pasta. Spegnete il fuoco, spolverate con il prezzemolo tritato e servite subito.

Buon appetito!

Lorena

 

ricetta trofie con la rana pescatrice e vino

 

Ho abbinato questo piatto di pesce molto delicato ad un vino bianco, è il Pinot Grigio Collio DOC di Bottega. All’olfatto si percepisce un aroma floreale e al gusto le note fruttate lo rendono armonioso.

Oltre all’abbinamento con il pesce, provate la sua delicatezza con gli antipasti, ma anche con le zuppe che in questo periodo non mancano mail in tavola.

Io lo servo anche come aperitivo!

 

 

 

PH Passione Cuoca – tutti i diritti riservati

 

Se ti è piaciuta la ricetta condividila sul tuo profilo social ed invita anche i tuoi amici a visitare il mio blog 😉

Se vuoi  ricevere le mie ricette iscriviti alla Newsletter gratuita (trovi il campo qui sul blog) e riceverai tramite mail ogni ricetta pubblicata.

Visita  anche la mia pagina  Passione Cuoca su Facebook, per rimanere sempre aggiornati. Mi trovi anche su Instagram e Twitter.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.